SharePoint

Skip Navigation LinksAngers e Tours

​​​​​​ 

 

 

 

 

 

 

 

 

Suor Maria Eufrasia, una volta ritornata a Tours, riferì tutto alle suore e ne vennero scelte sei per Angers, tra cui la stessa Suor Maria Eufrasia. La partenza venne fissata per il 3 giugno del 1829.

I primi giorni ad Angers furono terribili per l'assoluta povertà: qualche tozzo di pane e un po' di formaggio portato da Tours, consumati in quell'edificio totalmente in rovina! Non lontano, vi era la parrocchia di San Giacomo; lì si recavano le suore per la Santa Messa. Sin dall'inizio, Suor Maria Eufrasia volle che quel nuovo "Rifugio" d'Angers si chiamasse del "Buon Pastore";

 

 

col passare delle settimane, iniziarono a giungere le prime ospiti.

Ben presto a Tours si richiese la presenza della superiora: Suor Maria Eufrasia, tuttavia, che desiderava per il "Buon Pastore" almeno una chiesetta interna, non voleva partire prima di aver completato la sua opera; così con l'aiuto della contessa d'Andignée e del conte de Neuville, si pensò di erigere una cappella. Suor Maria Eufrasia era contesa tra le due comunità: Tours e Angers; che fare? In quel momento era utile un ritorno a Tours, poi ci avrebbero pensato le vicende della vita e la Provvidenza! A Tours la superiora venne accolta con molto calore, ma il suo cuore era sempre più proteso verso Angers che  nell'inverno di

 

 

 

quell'anno e nei primi mesi del 1830 fu duramente provata da una spaventosa alluvione del fiume Maine. Non solo la forza della natura minacciava la popolazione, ma era nuovamente alle porte la possibilità di una nuova rivoluzione che, infatti, scoppiò il 28 luglio del 1830.